Arianna Zama

Opera:
“Bruna” è un’installazione come sviluppo di un alter ego libero che non teme i propri impulsi, la propria fisicità, l’altro. Bruna è un mammifero non conforme che esplora, corteggia, si accoppia e fugge. Si ritrae, costruisce nascondigli. Non teme l’improduttività. Si auto impone la scoperta del suo sentire più selvaggio, percepisce la libertà. La riscoperta dei propri spazi non con il cervello, ma con i sensi. I polpastrelli, la lingua, gli arti. Essere Bruna diventa, così, un esercizio da ripetere contro il fare domestico, la subordinazione. Tutti dovremmo essere un po’ bruna.

  • Data
    24/05/2022

Link Permanente
https://www.sorellefestival.it/resource/arianna-zama/
Sorelle Festival è una rassegna
dedicata alla figura femminile
e alla parità di genere

© 2020 Tutti i diritti riservati. Webmaster